Mancanza di liquidità aziendale: un problema sempre più diffuso

Mancanza di liquidità aziendale: un problema sempre più diffuso

23 Giugno 2022 Off Di info

Sono tante le aziende in crisi a causa dell’insufficiente liquidità, aspetto che costringe molto spesso a chiudere oppure a licenziare i dipendenti. Quando in cassa non sono presenti le necessarie risorse ogni imprenditore si trova in grande difficoltà perché non riesce a saldare gli stipendi, a pagare le spese fisse e a fronteggiare gli imprevisti.

Con il passare del tempo i debiti tenderanno ad accumularsi e a diventare sempre più alti. Provare a chiedere un prestito in banca il più delle volte non si rivela una soluzione vincente, ma anzi finisce per peggiorare la situazione e generare ulteriori insoluti.

Come risolvere i problemi di liquidità

Prima di scoprire come poter risolvere il problema della scarsa liquidità aziendale bisogna capire come si determina questa spiacevole situazione. Sul punto occorre far presente che anche quelle società in attivo a un certo punto potrebbero trovarsi senza contanti. Anche gli imprenditori più esperti non riescono a gestire i mancati pagamenti alle scadenze stabilite. L’effetto a catena è inevitabile e con il passare dei giorni i fornitori diventano sempre più insistenti perché richiedono il saldo delle fatture.

Coloro che avevano richiesto dei finanziamenti bancari possono tamponare solo in maniera provvisoria, perché il meccanismo della scarsa liquidità proseguirà nuovamente e a quel punto gli interessi maturati avranno superato di gran lunga una certa soglia. La questione si complica nel momento in cui incassare i crediti diventa impossibile, in caso di vendite in perdita e quando si verificano dei cali di lavoro improvvisi.

Non bisogna poi trascurare la cattiva gestione, che si verifica quando si ha una mancanza totale di controllo sugli acquisti che vengono effettuati. Spesso inoltre i prezzi che erano stati pattuiti originariamente con i fornitori potrebbero avere un aumento inaspettato, aspetto che comporta l’esborso di somme non preventivate e che faranno sforare le previsioni annuali.

A questo punto è normale chiedersi come creare liquidità in azienda e quali sono i sistemi più efficaci per avere sempre somme a disposizione da impiegare per pagare le spese fisse. Sicuramente la prima cosa da fare è cercare di accrescere il fatturato, cosa non sempre possibile, specie nei periodi di forte crisi.

Alcune volte, tuttavia, potrebbe anche tornare utile la liquidazione dei beni, magari quelli che non vengono più usati. Mettere in vendita la vecchia attrezzatura si rivela un buon modo per ottenere liquidità in tempi rapidi da usare per saldare una parte dei debiti. Altrimenti si possono sempre trovare dei finanziatori esterni, diversi dagli istituti di credito, cioè pareti o amici disposti a dare una mano.

Altre cose da sapere sulle crisi di liquidità aziendale

Solo dopo un’attenta analisi e un accurato controllo fra costi e debiti sarà possibile trovare le soluzioni più adeguate per contrastare e risolvere in maniera definitiva il disagio della mancanza di liquidità, oggi abbastanza diffuso. Non esiste un metodo che possa andare bene per qualsiasi impresa, perché tutto dipende dalla soluzione specifica. In ogni caso è bene non prendere scelte affrettate che con il tempo possono solo peggiorare la condizione dell’attività commerciale.

In conclusione

I problemi che ruotano attorno alla mancanza di liquidità creano un forte stress e pressioni emotive che spingono a fare cose sbagliate. Per superare con successo questi momenti è sempre meglio rivolgersi agli esperti del settore, grazie ai quali risollevare ogni azienda in crisi di liquidità e attuare strategie che portano buoni risultati nel breve e lungo periodo.

Ci sono tante opzioni per ripristinare il regolare ciclo della cassa, avere somme sempre a disposizione necessarie per poter fronteggiare ogni evenienza e migliorare al contempo i margini di profitto.