Differenza THC e CBD, facciamo chiarezza su questi principi attivi

Olio di CBD: come riconoscere le differenze tra un prodotto e l’altro

Merito della crescente popolarità dell’olio di CBD, aumenta anche la richiesta di nuovi prodotti e formati. Sebbene oggi sul mercato ci siano molte tipologie, è però importante sapere che non tutte sono uguali.

In questo articolo imparerai la terminologia comune, i tre tipi principali di formulazioni e le loro differenze. Abbiamo creato questa guida proprio per chiarire qualsiasi dubbio su cosa sia l’olio di CBD e sui suoi impieghi per l’utente che andrà ad utilizzare questi prodotti, ma anche per coloro che stanno pensando di aprire un proprio marchio per la vendita di prodotti a base di olio di CBD.

Cos’è l’olio di CBD

L’olio di cannabidiolo (CBD) è un estratto che si ottiene dalla pianta di Cannabis, conosciuta per l’elevato contenuto di cannabinoidi. A differenza del composto THC, il CBD non è inebriante, il che significa che non fa “sballare”.

Ha molti benefici terapeutici e può aiutare ad alleviare condizioni patologiche come l’ansia, l’insonnia e gli attacchi di panico. Questo perché interagisce con numerosi recettori nel tuo corpo, soprattutto nel cervello, ottimizzando determinati processi e funzioni corporee.

Gli scienziati ritengono che, grazie ai cannabinoidi in esso contenuti, l’olio di CBD agisca effettivamente per ridurre l’infiammazione nel nostro sistema immunitario e nel sistema nervoso. In particolar modo, esercita la sua azione su:

  • Recettori della dopamina, che regolano l’umore
  • Recettori degli oppioidi, che regolano il dolore
  • Recettori della serotonina, che regolano umore e ansia

L’olio di CBD ha proprietà antinfiammatorie e si ritiene che aiuti ad alleviare tre tipi di dolore: dolore infiammatorio, dolore causato da danni a tessuti, muscoli, articolazioni e dolore neuropatico.

Per quanto riguarda le proprietà ansiolitiche, aiuta ad alleviare l’ansia causata dallo stress e anche altri sintomi, come tensione muscolare, scarsa concentrazione, irrequietezza e affaticamento.

Per tutti i motivi sopra elencati, il Ministero dell Salute lo ha inserito nella tabella dei medicinali ad ottobre 2020 con pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale.

Le 3 tipologie di olio di CBD

La maggior parte delle persone usa il termine olio di CBD come categoria generale per più prodotti. Tuttavia, non tutti i prodotti a base di olio di CBD contengono gli stessi tipi e lo stesso contenuto di cannabinoidi.

Ci sono tre tipi principali di olio di CBD di cui sentirai parlare:

  1. Isolato di CBD
  2. Olio di CBD a spettro completo
  3. Olio di CBD ad ampio spettro

L’isolato di CBD è profondamente diverso sia dall’olio di CBD a spettro completo sia dall’olio di CBD ad ampio spettro. Dopo che il concentrato di CBD è stato estratto e separato dal resto dei composti nella pianta di canapa, passa attraverso un processo che elimina ulteriori residui. Trattandosi di un estratto in purezza, è estremamente potente e ne basta una piccola quantità per fare effetto.

L’olio di CBD a spettro completo è una delle forme più comuni di olio di CBD e contiene più del semplice CBD, tra cui terpeni (molecole aromatiche contenute anche nel vino) e altri cannabinoidi come CBDA, CBG, CBA e tracce di THC (che non sono sufficienti per provocare il senso di ebbrezza). Tutti questi composti lavorano in sinergia con il CBD per aiutarlo a ottenere un effetto più forte e completo. Gli oli di CBD a spettro completo hanno la capacità di fornire benefici per la salute generale: questo perché contengono persino omega-3, omega-6 e vitamina E, che hanno forti proprietà antinfiammatorie e antiossidanti.

L’olio di CBD ad ampio spettro è simile a quello a spettro completo, dato che contiene terpeni e cannabinoidi, ma è privo di THC. Questo tipo di olio è quindi consigliato per atleti e pazienti che non possono consumare THC come parte del loro trattamento curativo. Gli omega, le vitamine, i minerali e gli altri cannabinoidi possono amplificare gli effetti benefici del CBD.

I formati

I prodotti formulati con CBD sono disponibili in diversi formati, tra cui olio, tinture, caramelle gommose e prodotti topici come creme, lozioni, unguenti e balsami. Ne esistono anche varianti in capsule e pillole, liquidi per vaporizzazione, cerotti e persino prodotti per animali domestici.

Per concludere

Qual è il prodotto giusto? Per rispondere a questa domanda dobbiamo considerare tutti i fattori che possono influire sul tempo necessario per far agire l’olio di CBD. Ogni corpo funziona in modo diverso, quindi non esiste una risposta standard. Avere tante possibilità aiuta però a scegliere quella più adatta. Sappiamo che all’inizio la grande varietà di prodotti può essere fonte di confusione, ma una volta indagate tutte le differenze tra i diversi tipi di olio di CBD è abbastanza semplice scegliere.

Potrebbe interessarti anche...